Club Med Magazine

 

Come chiedere informazioni alle Maldive: 20 domande utili
Homepage > Come chiedere informazioni alle Maldive: 20 domande utili

Come chiedere informazioni alle Maldive: 20 domande utili

Avete pianificato il vostro viaggio alle Maldive da settimane, avete già un’idea su cosa fare a Malé e sapete perfino cosa mettere in valigia. Ma come comportarsi nel caso vi trovaste in un atollo delle Maldive dove nessuno capisce l’italiano o l’inglese?

Ecco gli scenari più comuni e 20 domande utili: come chiedere informazioni alle Maldive.

Il divehi, una lingua dai moltissimi colori

La lingua maldiviana, detta anche divehi, ha influenze da molte altre lingue diverse. È legata al cingalese, la lingua ufficiale dello Sri Lanka, ed è molto simile all’arabo.

Nella maggior parte dei resort delle Maldive si parla anche l’inglese, e in alcuni ci si può spiegare perfino in italiano, ma è sempre bene poter comunicare nella lingua locale, almeno nelle situazioni più comuni. Non solo è un modo semplice e simpatico per mostrare rispetto e riconoscenza verso la popolazione del posto, ma può tornare estremamente utile in caso di imprevisti, o in situazioni in cui italiano e inglese non portano da nessuna parte.

Al ristorante: espressioni in lingua maldiviana

Al ristorante, per prima cosa dovete chiedere un tavolo per due o più persone. La richiesta in divehi è “dhe mehunah meyzeh libidhaane tha”.

chiedere-informazioni-ristorante-maldive

Per leggere questa e le prossime trascrizioni del divehi (lingua che, in realtà, utilizza caratteri arabi ed indiani) è sufficiente pronunciare le parole così come sono scritte, facendo attenzione a pronunciare le vocali scritte in doppio con un suono lungo.

  1. Khaassa divehi kaanaa eh ebahuri tha?
    Avete una specialità locale?
  2. Theyo / Bataru / Githeyo madun alhaigen kaanaa thayyaru kurevidhaane tha?
    Avete lo stesso piatto con meno olio / burro / lardo?
  3. Ahanna fen fulhi eh libidhaane tha?
    Avete una bottiglietta d’acqua?
  4. Waitaru?
    Cameriere?

Soldi, carte e pagamenti

Se vi ritrovate senza valuta locale e non potete proprio rinunciare ad uno shopping imprevisto dell’ultimo minuto, potete chiedere:

  1. Mithaa, credit card gaboolu kureytha?
    Accettate carte di credito?
  2. Kobaa faisaa nagaa mashinu?
    Dov’è il bancomat (ATM) più vicino?
  3. Konthaakun, aharen faisaa maarukuraanee?
    Dove è possibile cambiare della valuta?

Le frasi di cortesia

Tra le espressioni di uso quotidiano troviamo:

  1. Assalaamu alaikum!
    Buongiorno!
  2. Oy!
    Ciao!
  3. Kihineh?
    Come va?
  4. Adhes kohfa
    Per favore
  5. Shukuriyaa
    Grazie

Come potete vedere, queste cinque sono piuttosto facili da memorizzare: per fare subito un’ottima impressione tra la gente locale.

Muoversi tra gli atolli

Se il vostro autista o capitano di battello non parla italiano o inglese, ecco come chiedere di portarvi in un luogo:

  1. Aharen gengos faanan tha rashuthere
    La mia destinazione è il centro cittadino.

chiedere informazioni trasporti maldive

Escursione in barca alle Maldive (matthew lee via Flickr)

Tra i luoghi più comuni, “aeroporto”, “hotel”, “resort”, “consolato” o “ristorante” sono termini talmente simili tra le due lingue che sicuramente verranno compresi. E, nel caso vi dovessero dare delle indicazioni in lingua locale, sappiate che:

  1. Va’ai
    Sinistra
  2. Kana’ai
    Destra
  3. Uthuru
    Nord
  4. Dhekunu
    Sud
  5. Hulhangu
    Ovest
  6. Irumathi
    Est

Se vi sembra tutto troppo complicato, non disperate: potete sempre chiedere aiuto dicendo:

  1. Salaamai kurey!
    Aiuto!
Condividi su
Categoria Maldive
Tag

Commenti

commenti

Articoli correlati