Club Med Magazine

 

7 luoghi da visitare a Istanbul, ecco cosa vedere!
cc licence: Christopher L.
Homepage > 7 luoghi da visitare a Istanbul, ecco cosa vedere!

7 luoghi da visitare a Istanbul, ecco cosa vedere!

Istanbul, punto di incontro tra Oriente e Occidente, tra Asia ed Europa, all’alba del XXI secolo è stata protagonista di una completa rinascita, annunciata con orgoglio a livello internazionale. È proprio per questo motivo che la metropoli turca è riconosciuta come una delle più affascinanti al mondo: una visita è d’obbligo!

Con Club Med, potrete approfittare della formula stopover per andare alla scoperta di Istanbul, ed innamorarvene in pochi istanti. Concentrare la visita in due o tre giorni è assolutamente possibile, basta stabilire sin da subito un itinerario che sia all’altezza di questa irripetibile città.

7 cose da vedere a Istanbul

Sultanahmet

Cuore sia di Bisanzio sia dell’Impero Ottomano, Sultanahmet è il quartiere in cui imperatori e sultani fecero costruire sontuosi luoghi di culto, celebrando così la loro grandezza. È forse questo il motivo per cui questa zona è circondata da un’aurea di fascino e ricchezza con pochi eguali al mondo. Questa è la Istanbul storica ed autentica, la Istanbul che riesce a conquistare ogni viaggiatore: perdersi all’interno dei suoi bazar, tra venditori di tappeti e meticolosi artigiani è il consiglio migliore che possiamo darvi.

cosa vedere a istanbul: sultanahmet

Quartiere Sultanahmet, Istanbul (Cristian Viarisio via Flickr)

Aya Sofya

Conosciuta in Italia come la “Chiesa di Santa Sofia”, all’interno del quartiere Sultanahmet, è l’edificio più celebre della Turchia, fatto erigere dall’Imperatore Giustiniano, laddove un tempo sorgeva l’acropoli di Bisanzio. Descrivere la magnificenza di una simile opera, ad oggi ineguagliata, risulta abbastanza complesso. Basti pensare al diametro di 30 metri della sua cupola, sostenuta da 40 costoloni, o ai numerosi mosaici che costellano l’interno. Imperdibile la Porta imperiale, la Colonna Piangente, la tomba di Enrico Dandolo: Aya Sofya, nel suo complesso, vi lascerà sicuramente senza fiato.

aya-sofya-istanbul-cosa-vedere

Chiesa di Santa Sofia, Istanbul (G Travels via Flickr)

Moschea Blu

Commissionata da Ahmet I, nel tentativo di costruire un edificio in grado di rivaleggiare e superare la vicina Aya Sofya, la Moschea Blu spicca anch’essa per la sua particolarità. Rimarrete sbalorditi dalle perfette proporzioni che assume la Moschea, così come dalle decina di migliaia di piastrelle blu cui l’edificio prende il nome e, ancora, dalle 260 finestre che illuminano l’interno. Entrare nella Moschea con il “naso all’insù”, alla scoperta delle cupole e semicupole dipinte con armoniosi arabeschi, sarà d’obbligo. Moschea Blu o Aya Sofya? Questo lo deciderete voi!

moschea-blu-interno-istanbul

Interno Moschea Blu, Istanbul (Fred Bigio via Flickr)

Palazzo Topkapi

Voluto nel 1453 da Mehmet il Conquistatore, Palazzo Topkapi rappresenta al meglio l’emblema della Istanbul ottomana. Dedicate un’attenzione speciale alla Sala del Consiglio Imperiale, una stanza riccamente adornata dove il Divan (il Consiglio) si riuniva per discutere di questioni di stato mentre – dice la leggenda – il sultano cercava di carpire informazioni nascosto dietro una grata posta in altro alla parete. Una visita all’Harem, una delle zone meno affollate e più affascinanti del Palazzo, è caldamente consigliata, anche solo per scoprire le credenze popolari che aleggiano nelle sue 300 stanze! Insomma, un must da visitare a Istanbul.

palazzo-topkapi-sala-harem-istanbul

Harem, Palazzo Topkapi Istanbul (alex.ch via Flickr)

Gran Bazar

Cuore della città, e non solo in senso geografico, con i suoi 4000 negozi rappresenta il più famoso suq della città. Al centro del mercato vi trova spazio il Vecchio Bazar, il primo edificio fatto erigere da Mahmet il Conquistatore, che si configura come un brulicare di innumerevoli negozietti di gioielli, ceramiche, argenti e antiquariato di qualità. Gli appassionati di libri non potranno di certo rinunciare ad una visita al Sahaflar Carsisi, un mercato che risale all’epoca bizantina, abbandonandosi agli acquisti più originali.

gran-bazar-istanbul

Gran Bazar, Istanbul (Iker Merodio via Flickr)

Kariye Muzesi

Immersa nei quartieri occidentali, poco battuti dai turisti, la Chiesa di San Salvatore in Chora venne costruita da Costantino il Grande, cinta da nuove mura da Teodosio II e trasformata da Chiesa in Moschea, per poi divenire sede di un museo. Risultano davvero imperdibili i mosaici che decorano gli interni, illustrando la vita di Cristo e di Maria, e che hanno reso l’edificio famoso in tutto il mondo.

chiesa-san-salvatore-in-chora-istanbul

Affreschi chiesa San Salvatore in Chora, Istanbul (Guilhem Vellut via Flickr)

Torre di Galata

Costruita dai genovesi nel 1348, la cilindrica Torre di Galata, precedentemente titolata a Cristo, è stata utilizzata prima come prigione, poi come osservatorio e ancora come punto panoramico. Oggi è una ambita meta turistica, che offre suggestive vedute della città a 360 gradi. Ma non solo: la piazza pubblica che circonda la torre vi accoglierà per un momento di relax, in cui sarà molto semplice venire a contatto con la quotidianità dei cittadini di Istanbul.

torre-galata-istanbul

Torre di Galata, Istanbul (Fred Murphy via Flickr)

Condividi su

Commenti

commenti

Articoli correlati

Articoli più letti

Shortcodes Ultimate

Shortcodes Ultimate