Club Med Magazine

 

Vacanze subacquee: ecco i fondali più belli del mondo
Homepage > Vacanze subacquee: ecco i fondali più belli del mondo

Vacanze subacquee: ecco i fondali più belli del mondo

I fondali marini rappresentano un mondo a sé, misterioso e affascinante, in cui i coralli forniscono cibo, riparo e terreno di caccia per miliardi di esseri viventi. Dove si trovano i reef più belli del mondo, in cui praticare immersioni, abbandonarsi allo snorkeling o rilassarsi a bordo di uno scafo che ne permetta la vista?

Australia

vacanze-subacquee-australia

La Barriera Corallina (Lock the Gate Alliance via Flickr)

La barriera corallina è forse quanto più di magnifico l’Australia possegga: il reef, iniziando a Lady Elliot Island, si snoda per 2.092 chilometri verso nord fino a Bramble Cay, nei pressi della costa della Papua Nuova Guinea. Tra le motivazioni che hanno portato a nominare questa impareggiabile meraviglia “Patrimonio dell’Umanità” dell’Unesco, c’è la considerazione che “biologicamente, la Great Barrier Reef è il più grande ecosistema noto all’uomo”. La sua enorme diversità, inoltre, è il risultato di un’evoluzione lunga 18 mila anni; ad oggi, si contano oltre 4.000 specie di molluschi, 350 di echinodermi (ricci di mare, stelle marine) e 4000 varietà di spugne. Se siete fortunati, poi, potrete scorgere un dugongo, il famoso tricheco che ispirò il mito delle sirene. Durante le fresche notti primaverili, inoltre, i coralli rilasciano uova di innumerevoli colori… e lo spettacolo è assicurato. Siete in cerca di una vacanza subacquea? La Great Barrier Reef sarà la risposta che cercate.

Filippine

Con i suoi 35 chilometri quadrati, l’Apo Reef Natural Park è la barriera corallina più estesa delle Filippine: le sue acque ospitano una sorprendente fauna marina, che comprende oltre 280 specie di pesci e 200 di coralli. Non sarà certo difficile facendo immersioni, o semplicemente snorkeling, imbattersi in grandi pesci pelagici: per lo più squali pinna bianca e nera, squali del reef, carangidi e tonni. Le tre isole della barriera corallina, inoltre, ospitano innumerevoli specie di tartarughe e di uccelli, tra cui il rarissimo piccione delle Nicobare. Il periodo migliore per godere appieno dei fondali da sogno di Apo Reef sono i mesi di aprile-maggio e ottobre-novembre, quando il mare si fa più pacato.

Mauritius

La morfologia delle formazioni rocciose subacquee e le numerosissime specie ittiche che popolano il mare rendono Mauritius un vero paradiso per gli appassionati di vacanze sott’acqua. Sono numerosissimi i siti per le immersioni; tuttavia, uno dei prediletti dai sub è sicuramente La Cathédrale, sito ricco di paesaggi sottomarini con pochi eguali. Per immersioni dal sapore “archeologico”, nella zona potrete imbattervi in numerosi resti di diverse imbarcazioni: il Kei Sei 113 è adagiato su un fondale di circa 35 metri, dunque risulta accessibile solo ai sub esperti. I principianti, invece, possono andare alla ricerca del Tug II, un rimorchiatore affondato deliberatamente nel 1981, oggi tana di migliaia di pesci colorati.

Maldive

vacanze-subacquee-maldive

Felidhoo (Luca Moglia via Flickr)

Per un turismo subacqueo 12 mesi l’anno, le Maldive sono un sinonimo di sicurezza. Praticare snorkeling alla Maldive è infatti uno dei motivi maggiori di attrazione delle innumerevoli isole e atolli di cui la Repubblica è composta. Potrete scegliere un’immersione nei pressi dell’Atollo Male Nord, dell’Atollo Felidhoo o dell’Atollo Ari: e non solo, ci sarà l’imbarazzo della scelta. Fondali tropicali nascondono infatti un mondo affascinante fatto di organismi diversi, dai colori e dalle forme stupefacenti. Provate l’emozione dell’immersione notturna che, unita alla suggestione delle luci dei subacquei che si muovono, saprà regalarvi un’esperienza da 10 e lode: anche in bassi fondali, infatti, la quantità della vita marina cresce durante la notte.

Condividi su

Commenti

commenti

Articoli correlati

Articoli più letti

Shortcodes Ultimate

Shortcodes Ultimate